E’ sempre più diffusa la necessità di intervento logopedico con l’anziano, in particolare nelle residenze protette. L’invecchiamento non colpisce solo l’aspetto fisico ma investe anche gli aspetti psicologici e sociali, che generalmente procedono in modo armonico, ma non necessariamente vanno di pari passo. Al di là dell’età cronologica una persona può avere diverse “età”: una biologica, una sociale e una psicologica, da considerarsi separatamente, perché una persona può essere “giovane” per alcuni aspetti e “vecchia” in altri. Il deterioramento mentale aggrava i sintomi dell’invecchiamento, può colpire di più solo alcuni aspetti cognitivi o comunicativi e  ne lascia indenni  altri. In questa ottica il logopedista deve pensare non solo ad una attività terapeutica individuale o di gruppo ma deve avere come obiettivi il creare opportunità sociali perché si usi efficacemente la comunicazione nella vita quotidiana.

abilita-cognitive-locandina

scheda-iscrizione-abilita-cognitive

 

Tags: