La Comunicazione: uno strumento di lavoro per  il logopedista che interviene sapendo che la persona da trattare deve essere vista in una dimensione olistica.

In questa nuova ottica non si trattano patologie, ma pazienti affetti da patologie ed ognuno di loro porta in dote in terapia personalità e vissuti unici. Visto che buona parte del rapporto terapeutico viene giocata all’interno della Comunicazione logopedista-paziente, diventa fondamentale per chi cura saper leggere tra le righe del Detto in modo da cogliere il Non Detto.

 

 

Partendo da alcuni spunti forniti dal Piccolo Principe verrà fatta una lettura comportamentale delle persone e delle dinamiche che si instaurano tra gli interlocutori all’interno della terapia. La giornata si propone di evidenziare la differenza tra la Comunicazione adulto-adulto e la Comunicazione adulto-bambino.

 

Padova, 11 marzo 2011

locandina-parole-che-tacciono

scheda-iscrizione-parole-che-tacciono

alberghi

 

Tags: